Hotel Manin

12391422_1007101232714760_4049814947777593568_n   hotel manin

Questo libro è insieme la storia di un albergo, che ha inizio nel 1846 e narra fino a Expo 2015, e di una famiglia, i Colombo”.

Una storia, un pezzo di città, raccontata e romanzata in un lavoro narrativo scritto da una giovane autrice, Stefania Nascimbeni, con prefazione del Professor Umberto Veronesi.

Il libro, “Il Manin, un albergo, una famiglia a Milano” è anche un diario o documento privato che permette di ripercorrere parte della storia di una città e di una famiglia attrice e spettatrice, i Colombo, oggi alla quarta generazione con Davide, Nicola e Carlotta, figli di Bruno Colombo che insieme al fratello Gionni Colombo ereditarono l’Hotel.

Dal 1846 al 2015, anno di Expo in Italia, molte cose sono cambiate attraverso quasi due secoli di tradizione alberghiera, ospiti e testimoni, usi e costumi, scorci metropolitani, documenti e immagini di archivio raccolti da nonna Carlotta, dall’800 alla Seconda Guerra Mondiale dove l’albergo subì i danni più gravi e le ricostruzioni meticolose.

Fra il 2011 e il 2014, una nuova ristrutturazione delle aree comuni (hall, sale meeting, il giardino) e di alcune camere e suite, preparano l’ Hotel Manin ad affrontare le esigenze della hotellerie contemporanea.

Immagini e narrazioni ripercorrono la storia del Manin e, come sottolinea il Professor Umberto Veronesi nella prefazione del libro, anche le vicende private dei Colombo che inevitabilmente si intrecciano con quelle storiche pubbliche e dei suoi ospiti.